Browsing the blog archivesfor the day mercoledì, maggio 13th, 2009.


Poesia

poesie

C’era una volta il Sudfinestra

Le donne del Sud
dai volti pietrificati
si celano leste
dietro verdi persiane;

cuciono in fretta

su  vesti di seta
o pesanti broccati

 i loro sogni proibiti.

quando giunge la sera
sciolgono le chiome,
s’asciugano gli occhi
e scendono a mostrare
i loro tesori;

nelle piccole vie,
strette ed  anfose
tra gradini  ascosi,
discorrono di niente,
sorridono per poco

 Ma contro i muri di tufo
dai biancori accecanti,
confuse con gli altri
nelle strade del centro,
tra piazze assolate e fontane scroscianti
urlano dentro la loro disperazione.                                 

                                                                                   1964           by    Annafranca BERARDI  

No Comments

Estrazione lotteria Trottata turese

1 pagina

ECCO  la lista dei biglietti vincenti che sono stai estratti domenica 10 maggio, in occasione della Trottata turese.

Chi è in possesso del numero vincente può mettersi in contatto con Tonio Palmisano.

  1. Biglietto colore giallo numero 59
  2. Biglietto colore giallo numero 82
  3. Biglietto colore rosso numero 73
  4. Biglietto colore giallo numero 10
  5. Biglietto colore giallo numero 56
  6. Biglietto colore bianco nuemro 86
  7. Biglietto colore rosso numero 75
  8. biglietto colore bianco numero 94
  9. Biglietto colre bianco numero 99
  10. Biglietto colore bianco numero 21
  11. Biglietto colore giallo numero 21
  12. Biglietto colore verde numero 41
  13. Biglietto colore giallo numero 68
  14. Biglietto colore rosso numero 59
No Comments

DIFFERENZIAMOCI

1 pagina

area-ecologica-catucci Il progresso di un popolo dipende anche dalla cura per il bene comune, dal rispetto delle regole e dal comportamento comune verso un stesso problema.

Turi DEVE distinguersi e non assuefarsi al quotidiano, al tanto peggio tanto meglio, fai come dico e non fare come faccio io.

Gli amministratori in primis e i cittadini poi devono prendere a cuore un problema e contribuire a renderlo fattibile. Si deve smettere di dar la colpa sempre agli altri, di non spendersi per gli altri, ma bisogna contribuire con i fatti e con le parole a produrre la DIFFERENZA.

Non sono sufficienti le iniziative dell’Amministrazione, del singolo, ma deve essere volontà di tutti.

La Raccolta differenziata, che pur ci vede tra i primi, deve essere perseguita con ogni mezzo ed in ogni occasione:

  • Bisogna SI chiedere all’Amministrazione + cassonetti per la differenziata, ma, nel frattempo, bisogna utilizzare l’area ecologica della ditta Catucci, che premia i conferitori, oppure avvisare i Vigili Urbani per il ritiro presso la propria abitazione di oggetti ingombranti.
  • bisogna incrementare l’informazione e la cultura per la differenziata  (ad es.: con l’invio delle cartelle TARSU un foglietto illustrativo che stimoli tale cultura )
  • non si DEVE abbandonare oggetti, inerti per le vie di campagna o davanti ai cassonetti (forse qualche telecamera  e qualche multa ??? potrebbe spaventare gli incoscienti)
  • si DEVE pensare che i soldi spesi dal Comune per raccogliere tale materiale abbandonato sono anche nostri (20.000 euro spesi nel 2008).

Altrimenti faremo della nostra città e del nostro territorio una discarica a cielo aperto, come a Napoli. Pensate, un momento se non ci fossero soldi per pagare il servizio di Nettezza Urbana oppure se la discarica Lombardi non può accettare i camion di Catucci, come nell’80.

carta-ricicloDIFFERENZIAMOCI

Facciamo la differenziata: cartoni, carta, plastica ,vetro, alluminio, compostaggio. Dobbiamo raggiungere  il 40% , per non pagare l’ecotassa ( Dlgs 152/2006).

Costerà un pò di fastidio ma saremo ripagati con minor costo per il servizio (+ volume discaricato + TARSU).

Quando torniamo da paesi  o città “puliti” ci sentiamo un pò “sudici” (senza offesa x nessuno); per fare la differenza facciamo la differenziata.

notizia a margine: in via Putignano, contrada Piscina di Susa, con i fondi POR è stata bonificata un’area acquistata per stoccare provvisoriamente rifiuti, intorno agli anni ’96  in situazione di emergenza rifiuti.

Tale area, “usufruibile” è fornita di un percorso ciclabile, panchine picnic e luci notturne; è solo un pò distante!

Spero che non diventi solo area “archeologica”

No Comments