Michele CELLARO al contrabbasso

personaggi in

michele-cellaro

 Michele Cellarodal 1978 docente di Contrabbasso presso il Conservatorio di Musica “Nino Rota” Monopoli (BA) Italia, si presenta sempre con un viso gioviale incorniciato da una barba in scala di grigi e da marcate sopracciglia.

La sua semplicità nasconde una profonda passione per la musica e il suo strumento; ama comunicarla agli altri; è spesso accompagnatore all’ascolto e fornisce, in modo colloquiale e senza toni accademici, i contenuti dei diversi concerti, a cui partecipa come direttore o voce narrante.

Michele Cellaro, classe 1952, trascorre i primi anni della sua fanciullezza in via Vittorio Veneto a Turi presso la casa dei nonni, vicina all’Oratorio di don Giovanni Cipriani. Don Giovanni, negli anni ’60, per attirare a sé i ragazzi, acquista alcuni strumenti musicali a fiato e percussione e mette su una banda, che diventerà la Banda dell’Oratorio; nella banda, Cellaro impara a suonare la tromba.

Dalla 2^ Media si iscrive al Conservatorio Piccinni di Bari, diretto da Nino Rota, che porta a Bari i migliori maestri solisti del tempo e chiama personalità come  Fellini  e  De Filippo a dar lustro al Conservatorio; tra i suoi  insegnanti  Michele Cellaro ha Petracchi (da Pistoia) al contrabbasso e M Valerio (da Noicattaro) alla tromba.

contrabbasso4Appena diplomato viene chiamato dall’Orchestra Sinfonica di Bari come altro primo contrabbasso e per sette anni calca i palcoscenici  di molti teatri; il maestro Carlo Vitale lo sceglie come 1^ contrabbasso nella sua Orchestra sinfonica di Lecce.

Nel 2004  il Maestro  Cellaro  mette su un gruppo musicale “Sonoramente”, composto da:

 Giovanni Ventrella di Turi, docente al Conservatorio e 1^ tromba all’Orchestra Sinfonica di Bari;

e da allievi, ora diplomati:

·         Daniela Palmisano di Monopoli, flauto;

·         Francesco Notarangelo di Monopoli, clarinetto

·         Ferdinando Re David di Turi, clarinetto

·         Francesca Palmisano di Brindisi, violino (ora 1^ violino presso l’Orchestra giovanile italiana di Fiesole)

·         Michele Pace di Castellana G., violoncello

·         Vincenzo Campinopoli di Noci, contrabbasso; è stato il primo allievo di Cellaro

·         Donato Cellaro, figlio di Michele, percussione e chitarra; cantautore, fa parte di un gruppo  pop rock “Wyoming”, che ha vinto un concorso con una sua canzone che sarà registrata e pubblicata.

 

Quest’anno ricorrono 30 dalla morte di Nino Rota e il Maestro Michele Cellaro contribuisce alla diffusione della musica del grande compositore, anche nel genere cameristico oltre che sinfonico; ha già diretto a maggio scorso, presso l’Auditorium della Vallisa di Bari,  il gruppo strumentale “Sonora Mente”, eseguendo suite di brani rotiani arrangiati dallo lui stesso; si esibirà a Conversano il 19 luglio prossimo nella villa comunale, chiamato dall’Associazione musicale “Piantoni”.

 Il maestro spesso dirige e suona  a favore di iniziative di sensibilizzazione  alla musica e al sociale (A.I.S.L.A.) ANT (precedente articolo).

   Michele Cellaro ha fortemente voluto e realizzato più volte l’incontro, presso il Conservatorio musicale di Monopoli “N. Rota”,con  il celeberrimo M.° Francesco Petracchi, che  ha tenuto la sua Master Class nella cittadina monopolitana ed alla quale hanno preso parte valenti giovani contrabbassisti provenienti da ogni parte d’Italia. . Il Maestro Petracchi oltre ad essere unanimemente considerato a livello internazionale uno dei più grandi e venerabili contrabbassisti solisti di stampo squisitamente classico, assomma in sé una carriera professionale che perdura da oltre quarantacinque anni. 

 

   

 Apprezzato docente e maestro, Cellaro viene spesso citato dai suoi allievi affermati: Vito Liuzzi gli ha dedicato una pagina nel  suo website  frizzante http://www.vitoliuzzi.com/home/
No Comments