Browsing the blog archives for Luglio, 2009.


l’Orchestra sinfonica di Bari suona in piazza a Turi

eventi
clicca per altre immagini

clicca per altre immagini

L’Orchestra sinfonica della Provincia di Bari, guidata dal maestro Franz Albanese in camicia coreana, ha compaciuto piacevolmente, con le note di Rossini, Verdi , Bellini e Mascagni,  il pubblico presente in piazza Silvio Orlandi.

Organizzato in tre giorni, come ha voluto precisare l’Assessore A. Tateo, la serata musicale, patrocinata dal Comune di Turi ed organizzata dalla Nuova Pro Loco, ha visto in prima fila il neo assessore provinciale Onofrio Resta, il consigliere Galluzzi con la consorte e Michele Boccardi; Nuccio Altieri, vice presidente della Provincia  a fine programma ha potuto concludere la manifestazione.

BROCHURE Programma ORCHESTRA SINFONICA

La gazza ladra di Rossini

il maestro Franz Albanese: Direttore d’orchestra, compositore, polistrumentalista, didatta, critico e consulente musicale, diplomato presso il Conservatorio di Santa Cecilia in Roma, l’Accademia Chigiana di Siena, e la Facoltà Musicale di San Paolo del Brasile, è altresì laureato in Musicologia presso l’Università di Bologna ed in composizione presso l’Università di Los Angeles. Ha studiato, tra l’altro, con A. Braxton, A. Clementi, F. Donatoni, F. Ferrara, S. Gazzelloni, F. Maresca, A. Persichilli, F. Siciliani. Da molti anni svolge un’intensa attività (circa 2000 concerti) che l’ha portato ad esibirsi da solista e da direttore d’orchestra in 63 Paesi di tutti i continenti ed in alcune città tra le più prestigiose sale da concerto del mondo.

No Comments

il tarlo recita un amen durante la messa domenicale !

1 pagina
chiesa-madre-2

clicca sulla foto per altre immagini

Don Giovanni Amodio  sta  celebrando  la Santa Messa  domenicale, quando un tonfo interrompe il silenzio della meditazione: un pezzo di legno dell’altare della Madonna di Terrarossa si stacca e cade accompagnato da un rumore che desta apprensione tra i fedeli; una rapida visita al luogo di provenienza constata il distacco di una doga della nicchia d’altare ligneo alla paolina, in cui è collocato il gruppo scultoreo in pietra policroma  di Stefano da Putignano (note su quaderni “sulle tracce” del Centro Studi di Turi). Pare che il tarlo o altri elementi abbiano determinando il distacco.. La preoccupazione di don Giovanni è che il tarlo abbia compromesso l’intero apparato ligneo. L’opera necessiterebbe di un check up.

tarlo-terrarossa
visibile nell’arco della nicchia la toga di legno mancante

Di Stefano da Putignano si trova a Noci un capolavoro simile nella Chiesa Matrice;  il  nostro concittadino Fabio Basile ne sta curando il restauro della parte pittorica.

No Comments

13° Festival Internazionale Bande Musicali “Valle d’Itria” a Cisternino

eventi

copertina_2009-banda 

 Si è concluso alla grande il XIII Festival Internazionale Bande Musicali “Valle d’Itria”, importante appuntamento sonoro in terra brindisina organizzato grazie all’immane lavoro e la grande dedizione dell’Associazione Musicale “Città di Cisternino”, presieduta dal signor Vitino Zizzi. La kermesse, svoltasi dal 17 al 19 luglio scorsi, grazie al Patrocinio del Comune di Cisternino, della Provincia di Brindisi, della Regione Puglia e del Comune di San Michele Salentino (BR), è coincisa con la XX Festa dell’AVIS ed il II Memorial “Gino Bennardi”. All’evento hanno preso parte gruppi musicali di rilevanza internazionale: il Gruppo Folk “Pella” di Giannitsa (Grecia), il Corpo Bandistico di Ponte San Pietro (BG), il Corpo Musicale “Romualdo Marenco” di Novi Ligure (AL), l’ “Iraklidon Youth Band” di Kos (Grecia) ed i padroni di casa dell’ Orchestra di Fiati Giovani “Città di Cisternino”, diretta dal Maestro Donato Semeraro.

La rassegna è stata battezzata venerdì nella classica location di via Roma a Cisternino con l’esibizione di tutti i gruppi ospiti, i quali hanno replicato, assieme alla Orchestra ospitante, nella serata di sabato, quando si è anche tenuta la tradizionale sfilata per le vie del borgo cistranese, immortalata anche dalle telecamere Rai. A presentare le serate della kermesse sono stati i giovani Anna Romito ed Antonio D’Errico che hanno fatto i ringraziamenti finali e gli arrivederci al prossimo anno domenica sera, in una caldissima piazza Marconi a San Michele Salentino.

 

COMUNICATO STAMPA

Claudio Siliberti

Associazione Musicale “Città di Cisternino”

.

 

 

 

 

 

Commenti disabilitati su 13° Festival Internazionale Bande Musicali “Valle d’Itria” a Cisternino

TURIsti in TOUR

1 pagina
turistiinturi

clicca sulla foto per immagini di Turi

Molte volte ho visto gruppi di forestieri muoversi in Turi, guidati da ragazze, per il centro storico, chiese e nella grotta di S. Oronzo.

Mi è stato facile contattare la Presidente dell’Ass. delle guide “TURIsti in tour”, Monica Notarnicola, alla quale ho rivolto alcune domande:

 

                                                                                         Quando è iniziata questa esperienza?

E’maturata nel 2005, dopo le prime esperienze fatte presso il Cappellone di S. Oronzo come guide.

Crediamo molto in questo progetto anche se le difficoltà sono tante….

Perché?

Per divulgare le caratteristiche storiche, culturali, artistiche e architettoniche di Turi.

Quando si parla del proprio paese si tende quasi a dimenticare che ogni viuzza, monumento, edificio, è una risorsa  preziosa perché testimonia della storia locale che insieme ai racconti della gente, alle tradizioni, ai piatti tipici, dà il colore ai nostri luoghi, che è poi la nostra identità precipua.

Da quante guide è formato il gruppo?

Il gruppo è formato da  Giulia Rossi, Fabio Zita, Monica Notarnicola, Annalisa Manzari, più alcuni collaboratori, tra cui Caterina Palmisano.

Quali sono i vostri obiettivi?

Il nostro obiettivo principale è accompagnare il turista per il centro storico ed eventualmente segnalargli i posti dove poter mangiar bene.

Contattiamo e prenotiamo, anche su richiesta dei gruppi, dei ristoranti che molte volte ci hanno suggerito dei gustosi menù turistici a prezzi modici.

Quali fonti utilizzate?

Tutte le pubblicazioni(saggi e articoli) inerenti la storia di Turi tra cui: i quaderni di “Sulle tracce”, “Turi dall’età feudale alla metà del secolo XIX”di G. Bruno, Storia di Turi, dalle origini al 1865″ del dott. Domenico Resta; ora anche turionline.it offre informazioni utili per il nostro lavoro.

Alcune delle vostre esperienze?

Il 14 luglio scorso in occasione della sagra, due nostre validissime guide, Giulia  e Fabio, hanno portato circa 90 persone in giro per il centro storico e , poi , dopo una breve pausa pranzo presso il ristorante “Gozzoviglio”, nella Grotta di S. Oronzo.

Si è trattato di visitatori di Lecce e Taranto.

In passato abbiamo ospitato dei visitatori anche da Lucera, Bari, Andria, Noci, Sammichele, Vignola , Marostica, alcuni siciliani e camperisti.

Nei mesi scorsi abbiamo accolto anche altre gradite visite, tra cui annoveriamo alcune quinte del Liceo Scientifico “Sante Simone” di Conversano e l’ “Associazione Ruota Libera” di Bari, che ha introdotto Turi come tappa culturale  all’ interno di un  percorso ciclistico.

Certo si può fare di più.

A riguardo stiamo cercando nuovi collaboratori.

Quando organizzate i percorsi turistici?

Ultimamente su richiesta, a seconda delle esigenze, ad esempio per eventi importanti quali le sagre o la festa patronale.

Mi racconti qualche aneddoto?

Quando abbiamo iniziato la gente non aveva alcuna voglia di tornarsene senza ricordino e ci chiedeva la maglia con il logo di “TURIsti in tour”.

C’è stata anche richiesta di cartoline, di negozietti tipici, per prodotti tipici o lavori artigianali. 

Per informazioni  GUIDE TURISTICHE , Ass. Turisti in tour   

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

No Comments

LICENZIATI e diplomati a Turi nel 1960

privato
scuola-quartiere

clicca sulla foto per altre immagini

Nel Giugno 1960, dalla Scuola Media distaccata dell’ Amedeo d’Aosta di Bari,  “sobbe o quartiere”, in piazza Aurelio Cisternino, sotto il regno del prof. Peppino Pugliese, con il placet dei proff.ri A. Zita,   A. Cornacchioli, M Vendemmiale, F. Masi, Macchia, Mirizio, sac. V. Pugliese, Masiello, vengono licenziati dalla sez. A (maschile) 27 ragazzi, di cui uno privatista; di questi :

Bolognese Pino ancora in servizio
Cacciapaglia Peppino pensionato
Carenza Donato pensionato
Cistulli Pierino pensionato
De Carolis Franco pensionato
De Santis Mino pensionato
Dell’Aera Paolo ancora in servizio
Dell’Aera Pasquale pensionato
Di Noia Nino pensionato
Di Pinto Nicola ancora in servizio
Di Pinto Vito nicola ancora in servizio
Diomeda Tonino pensionato
D’Orlandi Cenzino pensionato
Genchi Angelo M ancora in servizio
Giovinazzi Dino pensionato
Girolamo Stefanino pensionato
Lefemine Silvestro pensionato
Palmisano Giovanni pensionato
Pascalicchio Enzo ancora in servizio
Quarto Michele ancora in servizio
Susca Antonio pensionato
Brindicci Paolo privatista

da me  interpellati, hanno espresso la voglia di rivederci tutti insieme.

Agli assenti:

Caldarazzo Pantaleo
Girolamo francesco
Palmisano Antonio
Topputi Giuseppe
Viola Raffaele

va un mesto pensiero ed un affettuoso ricordo.

Dalla Sez. B, femminile, vengono licenziate Arrè Rosa, Caldarazzo M. Pia, Carenza Elisabetta, Dell’Aera Domenica, Diomeda Marianna, Pagliaruli Rosa Anna, Rizzi Angela, Tateo Angela, Tinelli Giulia, Totire Giovanna, Valentini Immacolata e Valerio Aurelia.

Camposeo, Giuseppe e Vitantonio Carenza, Italo Colazzo, Franco Dell’Aera, Saverio Gentile, Leonardo Lerede, Giacomo Lozupone, Andrea Marchitelli, Giuseppe Palmisano, Paolo Re David, V Leonardo Ventrella, Antonio Volza, Antonio Carenza, Donato Giovanni Di Bello,  Vito Gesso, Antonio Maggiolini, Luigi Minoia, Alessio Molinari, Franco Palmisano, Nicola Panessa, Giovanni Resta, Patrizio Volza e Vittorio Coppi. Tra le ragazze: De Caroli Cecilia, Gigantelli Vincenza, Girolamo Angela, Mastrofrancesco Nunzia, Mirizzi Maria G., Pascalicchio Rosa, Pugliese Giovanna, Romita Antonia, Rossi Caterina e Valentini Angela.

La Scuola era in via S Chiara, nell’ex Convento delle Clarisse; Direttore il prof. Angiuli Nicola,  docenti  di esercitazione pratica Cassotta Marco e De Luca Antonio, Turi Francesco e Fato Ersilia di Alberobello, docente di economia dom, Fiore  docente di lettere, Labate docente di  francese( di Mola), la Mirizio docente di  disegno  , Cistulli Maria  di matematica,  don Vitantonio di calligrafia.

la data  sarà  comunicata;

Pino Bolognese, residente ad Induno Olona (VR), è stato a Turi durante le la festa grande ed ha avuto l’opportunità di incontrare alcuni compagni.

Storia minuta:            

Continue Reading »

No Comments
« Older Posts
Newer Posts »