le VIE ORONZIANE

eventi
dscf0002

clicca sulla foto per slideshow

La Giunta Comunale di Turi, con deliberazione del 14 luglio, ha stanziato 18mila Euro, 5.000 a suo carico,  per il progetto: “Vie Oronziane – segni di sant’Oronzo nel Mediterraneo”.

Con uno sguardo sul Mediterraneo, Turi si accosta in un modo nuovo all’immagine del Santo.

cartolina-fronteLe vie lungo le quali il Santo ha camminato, da Lecce a Corinto, attraversando  paesi di cui è patrono, diventano un unico percorso di arte e cultura,  legato al barocco ed arrivano, fra i secoli, fino ai giorni nostri.

Con la Nuova Pro Loco, il Centro Studi di Storia e Cultura, l’Arcipretura, il comitato Giovanni Maria Sabino, l’Accademia delle Belle Arti di Lecce, l’Università di Bari e il periodico “il paese”, il Comune di Turi si impegna a concretizzare tale progetto di studio mettendo in atto da agosto a dicembre iniziative tese a valorizzare la figura del nostro Patrono e della storia di Turi.

Presso la Provincia di Bari e nei Comuni di Turi e Lecce,  nei Primi giorni di agosto, si terrà la conferenza stampa di presentazione del progetto.

  • 26 agosto diretta via satellitare “Agiografia di sant’Oronzo tra fede, cultura e folklore”
  • 30 agosto letture e brani lirici del XVII secolo in chiesa Madre
  • 13 settembre lezione sulla pittura barocca
  • 20 settembre lezioni di architettura seicentesca
  • 18 ottobre pubblicazione dei risultati dello studio e concerto di musica barocca

Il 25 Agosto 1687, secondo la tradizione, in ricordo del martirio del santo e per ringraziarlo dello scampato pericolo dalla peste,  ha inizio in Turi la processione del quadro di S Oronzo dalla Chiesa Madre alla grotta; nel giorno successivo, dalla grotta alla Matrice.

Il 18 Ottobre, all’inizio del XIX secolo la congrega di S Oronzo per alcuni anni, portò in processione la testa del Santo, fatta dal devoto Giuseppe Palmisano.  

Recenti studi su Maria Sabino anticipa al XV secolo la devozione al Santo Patrono.

Dal 1951 il 25 Agosto, invece del quadro oggi conservato nel Cappellone di S.Oronzo, viene portato in processione dalla Chiesa alla grotta il busto del Santo, che viene riportato su un carro trionfale la sera del 26 Agosto. A mezzogiorno dello stesso giorno la statua completa del santo viene portato in processione accompagnato anche dalle autorità civili e militari; da molti anni, insieme al confalone di Turi, sono presenti i confaloni delle città limitrofe.

articolo precedente: clicca quì

Sulle Tracce “storia di un culto” Centro Studi di storia e Cultura di Turi –  Vito Radio editore n. 10/2007, troverete informazioni più dettagliate e approfondimenti.

No Comments

Leave a Reply

Allowed tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>