FATTI DI CASA NOSTRA !!!

Posta

email01Ricevo e pubblico una esternazione del dott. Domenico Resta:

Ricordo che  Albert  Einstein diceva  : Due sono le cose  che riescono sempre a sorprendermi: l’immensità del creato e l’imbecillità umana.  Che volesse riferirsi  a  Turi  ?

L’ultima in ordine di tempo ( a mia conoscenza ):  un signore che applica alla lettera la legge  ( cosa encomiabile  direte)  ha  multato  una  “ Fondazione  Onlus “ del nostro  paese;  fin qui niente di male, perché la legge è uguale  per tutti.  Ma il delitto di cui si è macchiata la suddetta fondazione  risale a  20  anni or sono, forse, quando determinate  leggi non c’erano, dico,forse ! 

Ma il reato  qual è ? La  suddetta  Fondazione  mise in quell’epoca  una freccia che indicava alle persone che ne avevano  bisogno, la sua  ubicazione .  E per  20  anni  nessuno ha avuto nulla  da ridire .Ma l’infrazione  c’è stata ed è giusto pagare la multa, cosa che  già è stata fatta, però ciò che offende il senso civico è il modo poco corretto con cui è stata  trattata la dirigenza della  Fondazione dal  “ signore”  di cui sopra.

Ed  è giusto perché egli non è a conoscenza delle persone con cui viene in contatto,non è di  Turi.  Ma i responsabili della civica amministrazione, da cui  questo  “ signore “ dipende .sono a conoscenza del modo in cui i concittadini vengono trattati  ?

Con una legge  del  1806 si passò,nel  Regno di Napoli , da sudditi  a  cittadini;  l’abbiamo forse  dimenticato?  La multa è stata  pagata, la  famosa insegna con cui  la Fondazione  si  faceva  propaganda , è stata rimossa, ma…….rimane l’amaro in bocca per la mancanza di tatto con cui si trattano le brave  persone, che possono anche aver sbagliato, ma, non essendoci  dolo, devono essere rispettate per la buona fede .

Mi auguro che qualcuno del palazzo legga il mio  sfogo  !

firmato Domenico Resta

No Comments

Leave a Reply

Allowed tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>