Browsing the blog archives for Aprile, 2011.


I misteri di Valenzano

1 pagina, eventi

clicca per una slideshow

A 20 Km da Turi a Valenzano, cittadina a sudest di Bari, per il Venerdì Santo, più di 40 Misteri di committenza privata, fatti costruire in cartapesta da botteghe leccesi e baresi, sfilano per le vie del paese dalle otto alle 16, precedendo l’Addolorata, di proprietà della Chiesa di S Pietro e il Cristo morto del Convento francescano della Madonna di S. Luca.

Si conclude presso la canonica della Matrice, dove, dal balcone, il parroco consegna Gesù crocifisso alla Madonna Addolorata sollevata dalle braccia tese dei portatori.

Curiosità: uno dei Misteri di Valenzano si trova nella Chiesa della SS Ausiliatrice a Turi, il Calvario, Opera settecentesca di scuola napoletana: costituiva il più antico dell’intera processione. Fu eseguita su commissione della famiglia Pantaleo.

Francesco Sicoli, fu Giuseppe e fu Antonia De Toma, ereditò il Mistero dallo zio della madre, il sacerdote don Giovanni Pantaleo, fu Marino. Sicoli, non avendo eredi e volendo sistemare prima del suo decesso il Santissimo Crocifisso, per le contrarietà avute con l’Arciprete di Valenzano, don Domenico Labellarte, decise di non lasciarlo a Valenzano, ma di donarlo all’Oratorio di Maria Santissima Ausiliatrice di Turi, il 20 Aprile 1964, nelle mani del Direttore dello stesso Oratorio, don Giovanni Cipriani.

Il Trasferimento avvenne in piena notte, per non destare le ire dei valenzanesi, devotissimi a questo magnifico Calvario. La donazione comprese l’intero corredo da processione.

Inizialmente la statua venne collocata in uno stipo a vetri, in attesa della definitiva collocazione sull’altare appositamente dedicato nella chiesa. Il donante impose l’uscita in processione in occasione della Festa dell’Esaltazione della Croce, il 14 settembre, e ciò avvenne già a partire dal 1965 (attualmente la processione del Calvario a Turi è fatta il 25 Settembre).

 

 

Per una slideshow clicca sul link

No Comments

la rinascita del forno d’Addante

1 pagina

clicca su per una slideshow

Intorno ad un braciere ardente, riunito con la famiglia in via Madonna delle Grazie, Paolo, classe ’65, ascoltava con attenzione i racconti della madre e della zia che parlavano del nonno paterno, Paolo Cicoria, quando conduceva il forno in via “forno d’Addante”.

Il forno, uno dei più antichi del paese, è situato sulle vecchie mura in una diramazione e al principio di via Sedile, nella via omonima. Molto ampio, m.5 x 4,90, produceva biscotti, pane fino a 6-7 q.li al giorno, serviva anche l’Istituto penitenziario dove è stato rinchiuso Gramsci.

Il racconto delle donne ammaliava il piccolo Paolo che con la mente riviveva

Continue Reading »

No Comments

Premio letterario per il segreto del gelso bianco” di A. e F. Caprio

notizie

I Caffè Letterari del 4 aprile 2011 hanno ospitato la premiazione del Premio Letterario Via Po, il concorso di narrativa annuale riservato a scrittori e scrittrici di nascita o di residenza piemontese, oppure che abbiano ambientato in Piemonte – in tutto o in parte considerevole – fatti e personaggi dell’opera.

Il Premio, patrocinato dalla REGIONE PIEMONTE, si riferisce a libri di narrativa che sono stati pubblicati dal gennaio 2010 al dicembre 2010, è organizzato dall’Associazione Culturale Torino in collaborazione con l’Associazione Amici dell’Università degli Studi di Torino e realizzato grazie al prezioso contributo degli Eredi Peradotto.

L’edizione 2011, è stata vinta dal libro di Lia Levi “La sposa gentile”.

Secondo classificato il libro di Antonella e  Franco Caprio  “Il segreto del gelso bianco”. articolo di riferimento

Doverosi i complimenti della Redazione.

No Comments

La Pro Loco di Turi festeggia l’anniversario

1 pagina

No Comments

Mostra itinerante sul Risorgimento nel territorio – Centro Studi Turi

notizie

Oggi, alle ore 10.00,  si inaugura presso il Centro Studi in via Giuseppe Massari, la Mostra itinerante sul Risorgimento italiano nel territorio.

No Comments