Browsing the blog archives for Ottobre, 2011.


Il Presidente Napolitano per Gramsci e Pertini a Turi

1 pagina, eventi, notizie, personaggi in

clicca sopra per una slideshow

In occasione del Giorno dell’Unità Nazionale e della Giornata delle Forze Armate ed altri impegni, il Presidente Napolitano sarà a Bari e Barletta il 4 Novembre.

Sabato 5  si recherà a Turi presso la Casa di reclusione e, dopo,  il Capo dello Stato si porterà a Conversano  al Palasangiacomo di Conversano, per la commemorazione ufficiale di Di Vagno.

Alla Casa di reclusione di Turi, sarà accolto dalla direttrice dott.ssa Maria Teresa Susca, che l’accompagnerà alla cella, nella quale furono detenuti gli antifascisti Antonio Gramsci e Sandro Pertini; dal pensiero del primo  è stata influenzata la sua preparazione politica come lui stesso ha citato in alcuni suoi interventi e pubblicazioni, del secondo ne ricorda l’alta statura morale.

(aggiornamento) In compagnia della moglie Clio, il capo dello Stato ha fatto il suo ingresso nel carcere della città,  essersi fermato davanti ad una corona di fiori, in omaggio agli uomini illustri scomparsi. All’uscita, si è avvicinato ad un gruppo di ragazzi della Scuola Media ed Elementare di Turi, stringendo la mano ad alcuni;  salutando i presenti assiepati dietro le transenne, è ripartito alla volta di Conversano.

Video You Tube

No Comments

don Vito Ingellis è tornato alla casa del Padre

1 pagina, notizie, personaggi in

Ieri mattina, ha lasciato la vita terrena don Vito Ingellis, arciprete, Mons. Cappellano di Sua Santità: un educatore di tre generazioni, un uomo ricco di umanità, che ha trascorso gran parte del suo apostolato tra i giovani del dopoguerra;  -ricorda Minguccio Malena- con lui abbiamo vissuto momenti fantastici, perché era un animatore infaticabile e fantasioso; mi ricordo della ora Ju, momento dedicato alla gioventù con preghiere, veglie, teatro  e giochi.

Dopo essere stato parroco della neonata parrocchia di S. Chiara,  nel ’65 divenne arciprete e parroco della Chiesa Madre, subentrando a don Angelo Gigante; tale  magistero lo conserverà fino ai limiti di età, lasciando l’incarico a don Giovanni Amodio nel 2001;  dal 1970, nel tempo libero dalla sua azione pastorale, darà alle “stampe”  il  periodico “Turi Chiesa madre”, che diverrà un affresco della vita civile e religiosa della nostra cittadina.

La salma, nella casula bianca, è stata,  stamane, deposta nella Chiesa Madre, per le onoranze; oggi pomeriggio

Continue Reading »

No Comments

fra Fiore, giovane promessa di Jammin’blue

1 pagina

Francesca Totire, in arte Fra Fiore, è la voce calda di Jammin’blue duo live, che questa sera si esibirà al  King of Kings, Gravina in Puglia (BA).

Accompagnata dalla chitarra di Giorgio Guarini, Fra Fiore si svincola dai canoni classici dell’esecuzione jazzistica, regalando nuova vita a melodie e temi eseguiti spessissimo in jam session e contesti jazz.

Da tempo il duo si esibisce  in locali come  BucoBum 2011 a Noci, la  Taverna Vecchia del Maltese a Bari, la Taverna e   il Cantinone a Putignano (BA),  in serate di intrattenimento dedicate alla musica dal vivo.  Jammin’blue rivisita classici conosciutissimi della storia del jazz, del blues e della bossa nova in chiave minimale e moderna, affidandosi al suono acustico e caldo che solo un duo può regalare.

Il duo elegante e raffinato, accompagna  ricevimenti ed occasioni da ricordare sulle

Continue Reading »

No Comments

i vandali come i punteruoli rossi

1 pagina

clicca per le foto

Con un progetto cofinanziato dall’ U.E. , la FSE ha realizzato un risanamento della stazione di Turi, alzando barriere acustiche lungo la linea compresa nella zona edificata,  risistemando la parte immobiliare, attrezzando lo spazio pubblico e istituendo ex novo i servizi igienici adatti alle persone normali e a quelle in difficoltà. I lavori sono stati completati in anticipo alla fine del mese di settembre scorso e già teppisti, giovani nullafacenti che occupano spazi incustoditi dopo il tramonto, hanno già imbrattati muri, demolite le panchine, distrutti i servizi igienici; le foto rendono meglio.

Non bastano i punteruoli che con le loro larve hanno collassato la palma che campeggia sul viale della stazione, ora si mettono pure i vandali a distruggere, gratuitamente, un bene della collettività. Chi prenderà il treno godrà di una sgradevole vista e non potrà usufruire di servizi igienici. Bisogna dire che i facinorosi solo lasciati liberi, perchè si è perso il controllo del territorio e il senso civico è solo una illusione di pochi.

Una differenza distingue  il punteruolo dal vandalo: il primo distrugge per nutrirsi e crescere, il vandalo cresce nutrendosi di distruzione.

No Comments

Il Trappeto – archeologia umana

1 pagina

Gli ulivi, una volta emblemi del nostro territorio, hanno ceduto il posto a ciliegi e tendoni, a causa della scarsa speranza di una remunerazione accettabile; l’importazione da paesi mediterranei a basso costo e spesso a basso valore merceologico, ha finito per competere con la produzione locale, che ora si orienta ad uso proprio e per pochi.

L’Italia meridionale, la Puglia in particolare, è sempre stata serbatoio di quell’oro giallo che mercanti del Mediterraneo caricavano dai porti del basso Adriatico per portarlo dovunque.  L’agricoltura turese aveva una buona produzione di olio, ma oggi ha convertito la sua attività soprattutto in ciliege e vino. I Frantoi o trappeti, quelli piccoli, pian piano finiranno per chiudere, per convenienza di mercato; i pochi che rimarranno saranno oggetto di studi “archeologici”.     continua

No Comments
« Older Posts