Browsing the archives for the poesie category.


la poesia

poesie, Posta

La poesia è un soffio di vento,

uno sberleffo al pensiero,

un atto di amore alla follia,

ma anche una smorfia alla luna

così astrusa e banale

che quasi più non si riesce…

su di essa a poetare .

di Franca Berardi

No Comments

il dubbio di Franca Berardi

poesie


è meglio, dunque,

seguir il flusso degli eventi

o farsi trascinare con mollezza dai sentimenti?

O forse è meglio porre

pace al dubbio che ci tormenta

e non dar troppa importanza

alla nostra impotente onnipresenza

e continuar così

a riposare su una beata

acquiescenza

che è l’ignoranza?

Franca Berardi è su Facebook

Commenti disabilitati su il dubbio di Franca Berardi

poesia di Anna Berardi

poesie

La belva

 

Particolare reticenza

avea

alla rettitudine

avido, sordido,

rapace e fiero

feroce come

un guerriero

privo di pudore

banditesco al pari

di un folle aristocratico

con il ghigno

di un Dio vincente

che sa

quel che vuole

ed ,intanto, …

l’esaltazione

fremeva in lui,

premeva, pulsava

indomita.

Commenti disabilitati su poesia di Anna Berardi

un poeta è un amico da ascoltare

poesie

AnnaFranca Berardi è entrata ormai nei miei appunti ed ora…in occasione di un incontro con fiduciari TCI, ho conosciuto un nuovo “amico poeta”; ve lo presento con la sua voce:

E la sento
questa musica soave
che mi prende,
è un’onda di dolcezza e di piacere
che mi danza intorno,
è come
se mi offrisse una libertà,
la libertà che bramo,
fatta di paure da mollare.

Ma liberi non lo siamo,
siamo marionette guidate dal tempo,
dai pensieri, dal quotidiano.

Tendo l’ascolto,
chiudo gli occhi e volo
nel soffio di vento della sua voce.

Anche se per pochi istanti
conoscerò
la libertà che cercavo

o un’illusione?

Chi lo sa,
ma ho provato
la tua libertà.

 Altro su:   http://antoniobiancolillo.scrivere.info/

No Comments

poesia di A.F. Berardi

poesie
  Ritratto di donna

 

 

Spettatrice era ormai di se stessa,

 acquerello di M. Logrippo

acquerello di Mariapina Logrippo

attenta ma distante.

Di una intellettiva opulenza

si fregiava;

pareva astratta,

sebbene una impercettibile riluttanza

serpeggiasse in lei.

La mente sua era comunque altrove,

assente, quasi inconsapevole….

Intessuta da gesti e rituali

in una sorta di dormiveglia

che pareva non avere mai fine.

 

 

No Comments
« Older Posts