Browsing the archives for the Aggiungi nuovo tag tag.


Salvatore Gonnelli turese Vescovo di Venosa 1792

dal Web

Sul sito internet Ebay, dove si vende e si compra di tutto, ho trovato in vendita un documento interessante, un Manoscritto vescovile per dispensa matrimoniale con stemma e sigillo molto belli del  1799, a firma di  SALVATOR GONNELLI VESCOVO VENOSA , nato a Turi il 19 Nov 1737(8) eletto Vescovo il 18 Giu 1792, morì il 21 agosto 1801 in Venosa, dove fu tumulato nella Chiesa Cattedrale di S. Andrea.

Il Gonnelli aveva frequentato la regia Università di studi in Altamura, istituita su progetto di Marcello Cusani da Carlo III di Borbone; si insegnavano lingue dotte, Matematica, Fisica, Filosifia, lettere umane, eloquenza e teologia.

La diocesi di Melfi-Rapolla-Venosa (in latino: Dioecesis Melphiensis-Rapollensis-Venusina) è una sede della Chiesa cattolica suffraganea dell’arcidiocesi di Potenza-Muro Lucano-Marsico Nuovo appartenente alla regione ecclesiasticaBasilicata La diocesi comprende

Continue Reading »

No Comments

Le maioliche di Turi nel convegno nazionale Unesco a Cosenza

notizie

 

sole Il Mito del Sole

Mostra fotografica “Il Mito del Sole” di Pina Catino a Cosenza nel Convegno nazionale UNESCO “Dall’argilla alla ceramica: la terra fonte inesauribile di esistenze”. Sala Convegni, Galleria Nazionale di Palazzo Arnone, Soprintendenza ai monumenti della Calabria. Sabato 24 ottobre, ore 17.00

Al convegno interverranno Accademici del settore e i massimi esponenti del direttivo UNESCO; tra le personalità pugliesi l’Ing. Antonio Ruggiero, consigliere nazionale e  la prof.ssa Silvia Liaci presidente club Unesco di Barletta.

Club UNESCO che hanno aderito al convegno con il Progetto: L’artigianato fra tradizione e nuove tecnologie: Acireale, Alberobello, Altamura, Andria, Arezzo, Barletta, Bologna, Brindisi, Cagliari, Caltagirone, Catania, Conversano, Cosenza, Cuneo, Enna, Erice, Forlì, gravina, Grottaglie, Lamezia Terme, Lecce, Milazzo, Modena, Montecorvino Pugliano, Napoli, Oristano, Otranto, Prizzi, Reggio Calabria, S. Severo, Tolentino, Trani, Trapani, Udine, Venezia, Vittoria.

Sotto l’egida della Federazione Italiana Club UNESCO, sabato 24 ottobre a Cosenza, nella Galleria Nazionale di Palazzo Arnone, è stata invitata ad esporre  l’artista- fotoreporter pugliese Pina Catino con  la mostra fotografica “Il Mito del Sole” sulle maioliche pugliesi della Grotta di S. Oronzo di Turi. (postato da portale del Sud)

 La fotoreporter biscegliese Pina Catino sarà la madrina dell’evento celebrativo del 187° Anniversario del Corpo forestale dello Stato che si svolgerà giovedì 29 ottobre presso la sede del Comando Stazione forestale di Andria.  Alla cerimonia, che avrà inizio alle ore 11,00, interverranno il capo del Corpo forestale dello Stato ing. Cesare Patrone, il vescovo S. E. Mons. Raffaele Calabro, il Vice Questore aggiunto dott. Giovanni Misceo – Comando provinciale Bari, il Dirigente superiore ing. Claudio Muscaritoli, il Presidente della BAT, Francesco Vendola, I sindaci delle città di Barletta, Trani, Minervino, Spinazzola, rappresentanti dell’amministrazione Zaccaro per il Comune di Andria,autorità della procura della Repubblica di Trani e delle forze armate dei comuni partecipanti all’evento. La fotoreporter biscegliese è stata scelta per inaugurare l’evento, in quanto autrice di uno studio sulla dolina carsica del Gurgo , dove ha sede il Comando Stazione forestale di Andria. Lo studio, inserito nel volume “Misteri dell’antichità: Culti delle Acque e Mito del Sole – un viaggio nei luoghi sacri del Mediterraneo Italia, Grecia, Turchia, Egitto, Malta”, fu presentato lo scorso maggio presso la sede del Comando ed è oggi stato tradotto in lingua francese, inglese e spagnola, per poter essere studiato ed apprezzato anche dai nativi delle città descritte residenti all’estero; in esso  in bella mostra  le foto della nostra Turi.

 

 

 

 

Commenti disabilitati su Le maioliche di Turi nel convegno nazionale Unesco a Cosenza

A3G – a 360 GRADI – virtual tour

1 pagina

graficad

GRAPHICAD PRESENTA LA TECNOLOGIA “A 360 GRADI” – A3G

avvalendosi di tecniche innovative, guida il navigante con mappa virtuale per raggiungere un negozio, un’attività, un sito istituzionale o storico; apre i battenti e inizia dalla città di Turi

A Chi si rivolge:

·         pubbliche amministrazioni, per presentare monumenti di interesse storico-turistico e per rendere disponibili informazioni sulla dislocazione di uffici di interesse pubblico.

·         agenzie immobiliari

·         strutture come alberghi, agriturismo e B&B, per informazioni tipicamente di immagine.

  • Privati, per stupire se stesso e gli amici.

Vuoi saperne di più  clicca su http://www.a360gradi.com/it/

No Comments

TURIsti in TOUR

1 pagina
turistiinturi

clicca sulla foto per immagini di Turi

Molte volte ho visto gruppi di forestieri muoversi in Turi, guidati da ragazze, per il centro storico, chiese e nella grotta di S. Oronzo.

Mi è stato facile contattare la Presidente dell’Ass. delle guide “TURIsti in tour”, Monica Notarnicola, alla quale ho rivolto alcune domande:

 

                                                                                         Quando è iniziata questa esperienza?

E’maturata nel 2005, dopo le prime esperienze fatte presso il Cappellone di S. Oronzo come guide.

Crediamo molto in questo progetto anche se le difficoltà sono tante….

Perché?

Per divulgare le caratteristiche storiche, culturali, artistiche e architettoniche di Turi.

Quando si parla del proprio paese si tende quasi a dimenticare che ogni viuzza, monumento, edificio, è una risorsa  preziosa perché testimonia della storia locale che insieme ai racconti della gente, alle tradizioni, ai piatti tipici, dà il colore ai nostri luoghi, che è poi la nostra identità precipua.

Da quante guide è formato il gruppo?

Il gruppo è formato da  Giulia Rossi, Fabio Zita, Monica Notarnicola, Annalisa Manzari, più alcuni collaboratori, tra cui Caterina Palmisano.

Quali sono i vostri obiettivi?

Il nostro obiettivo principale è accompagnare il turista per il centro storico ed eventualmente segnalargli i posti dove poter mangiar bene.

Contattiamo e prenotiamo, anche su richiesta dei gruppi, dei ristoranti che molte volte ci hanno suggerito dei gustosi menù turistici a prezzi modici.

Quali fonti utilizzate?

Tutte le pubblicazioni(saggi e articoli) inerenti la storia di Turi tra cui: i quaderni di “Sulle tracce”, “Turi dall’età feudale alla metà del secolo XIX”di G. Bruno, Storia di Turi, dalle origini al 1865″ del dott. Domenico Resta; ora anche turionline.it offre informazioni utili per il nostro lavoro.

Alcune delle vostre esperienze?

Il 14 luglio scorso in occasione della sagra, due nostre validissime guide, Giulia  e Fabio, hanno portato circa 90 persone in giro per il centro storico e , poi , dopo una breve pausa pranzo presso il ristorante “Gozzoviglio”, nella Grotta di S. Oronzo.

Si è trattato di visitatori di Lecce e Taranto.

In passato abbiamo ospitato dei visitatori anche da Lucera, Bari, Andria, Noci, Sammichele, Vignola , Marostica, alcuni siciliani e camperisti.

Nei mesi scorsi abbiamo accolto anche altre gradite visite, tra cui annoveriamo alcune quinte del Liceo Scientifico “Sante Simone” di Conversano e l’ “Associazione Ruota Libera” di Bari, che ha introdotto Turi come tappa culturale  all’ interno di un  percorso ciclistico.

Certo si può fare di più.

A riguardo stiamo cercando nuovi collaboratori.

Quando organizzate i percorsi turistici?

Ultimamente su richiesta, a seconda delle esigenze, ad esempio per eventi importanti quali le sagre o la festa patronale.

Mi racconti qualche aneddoto?

Quando abbiamo iniziato la gente non aveva alcuna voglia di tornarsene senza ricordino e ci chiedeva la maglia con il logo di “TURIsti in tour”.

C’è stata anche richiesta di cartoline, di negozietti tipici, per prodotti tipici o lavori artigianali. 

Per informazioni  GUIDE TURISTICHE , Ass. Turisti in tour   

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

No Comments

LICENZIATI e diplomati a Turi nel 1960

privato
scuola-quartiere

clicca sulla foto per altre immagini

Nel Giugno 1960, dalla Scuola Media distaccata dell’ Amedeo d’Aosta di Bari,  “sobbe o quartiere”, in piazza Aurelio Cisternino, sotto il regno del prof. Peppino Pugliese, con il placet dei proff.ri A. Zita,   A. Cornacchioli, M Vendemmiale, F. Masi, Macchia, Mirizio, sac. V. Pugliese, Masiello, vengono licenziati dalla sez. A (maschile) 27 ragazzi, di cui uno privatista; di questi :

Bolognese Pino ancora in servizio
Cacciapaglia Peppino pensionato
Carenza Donato pensionato
Cistulli Pierino pensionato
De Carolis Franco pensionato
De Santis Mino pensionato
Dell’Aera Paolo ancora in servizio
Dell’Aera Pasquale pensionato
Di Noia Nino pensionato
Di Pinto Nicola ancora in servizio
Di Pinto Vito nicola ancora in servizio
Diomeda Tonino pensionato
D’Orlandi Cenzino pensionato
Genchi Angelo M ancora in servizio
Giovinazzi Dino pensionato
Girolamo Stefanino pensionato
Lefemine Silvestro pensionato
Palmisano Giovanni pensionato
Pascalicchio Enzo ancora in servizio
Quarto Michele ancora in servizio
Susca Antonio pensionato
Brindicci Paolo privatista

da me  interpellati, hanno espresso la voglia di rivederci tutti insieme.

Agli assenti:

Caldarazzo Pantaleo
Girolamo francesco
Palmisano Antonio
Topputi Giuseppe
Viola Raffaele

va un mesto pensiero ed un affettuoso ricordo.

Dalla Sez. B, femminile, vengono licenziate Arrè Rosa, Caldarazzo M. Pia, Carenza Elisabetta, Dell’Aera Domenica, Diomeda Marianna, Pagliaruli Rosa Anna, Rizzi Angela, Tateo Angela, Tinelli Giulia, Totire Giovanna, Valentini Immacolata e Valerio Aurelia.

Camposeo, Giuseppe e Vitantonio Carenza, Italo Colazzo, Franco Dell’Aera, Saverio Gentile, Leonardo Lerede, Giacomo Lozupone, Andrea Marchitelli, Giuseppe Palmisano, Paolo Re David, V Leonardo Ventrella, Antonio Volza, Antonio Carenza, Donato Giovanni Di Bello,  Vito Gesso, Antonio Maggiolini, Luigi Minoia, Alessio Molinari, Franco Palmisano, Nicola Panessa, Giovanni Resta, Patrizio Volza e Vittorio Coppi. Tra le ragazze: De Caroli Cecilia, Gigantelli Vincenza, Girolamo Angela, Mastrofrancesco Nunzia, Mirizzi Maria G., Pascalicchio Rosa, Pugliese Giovanna, Romita Antonia, Rossi Caterina e Valentini Angela.

La Scuola era in via S Chiara, nell’ex Convento delle Clarisse; Direttore il prof. Angiuli Nicola,  docenti  di esercitazione pratica Cassotta Marco e De Luca Antonio, Turi Francesco e Fato Ersilia di Alberobello, docente di economia dom, Fiore  docente di lettere, Labate docente di  francese( di Mola), la Mirizio docente di  disegno  , Cistulli Maria  di matematica,  don Vitantonio di calligrafia.

la data  sarà  comunicata;

Pino Bolognese, residente ad Induno Olona (VR), è stato a Turi durante le la festa grande ed ha avuto l’opportunità di incontrare alcuni compagni.

Storia minuta:            

Continue Reading »

No Comments
« Older Posts